I 9 mesi più importanti: Fiori di Bach per una gravidanza serena e piena di gioia

bimbo-bn<La gravidanza è un’esperienza unica e la donna ha il diritto di godere di questo periodo che è uno dei momenti più felici della sua vita; i fiori di Bach sono degli alleati preziosi perchè (al contrario dei medicinali per cui ci vuole un’attenta sorveglianza medica) sono senza rischi, riequilibrano dolcemente le emozioni senza danni per la mamma e il bambino. Sono salutari e innoqui, si possono assumere con altri medicinali, se ce ne fosse bisogno, e non hanno effetti collaterali.

Ormai anche la scienza concorda sul fatto che il feto è in grado di percepire i sentimenti materni e una mamma sicura e serena sarà in grado di trasmettere amore e tranquillità al nascituro. Durante la gravidanza, con gli ormoni sull’ottovolante, i sentimenti oscillano continuamente, un momento si ride e il momento dopo si piange o ci si deprime, c’è una grande instabilità emotiva che può influire sul benessere di mamma e bambino. In molti paesi i Fiori di Bach vengono usati nei reparti di ostetricia, soprattutto Rescue Remedy il rimedio composto da 5 fiori, per la loro eccezzionale efficacia.

Gli stati d’animo variano, ad esempio le paure possono essere molte: paura delle responsabilità, per la salute del bambino, terrore del parto, sensazione di non essere in grado di fare la mamma, paura di non piacere più al proprio compagno e non piacersi, affrontare con difficoltà i cambiamenti e chi più ne ha più ne metta! E’ in questi momenti, quando nasce l’emozione, che i rimedi possono essere un grande aiuto, riequilibrando lo stato d’animo prima che ingigantisca e rovini questo momento così prezioso. Continua a leggere “I 9 mesi più importanti: Fiori di Bach per una gravidanza serena e piena di gioia”

Corso Level 1 fiori di Bach, Bach Foundation

Ecco qui le prossime date del corso certificato dalla Bach Foundation che rilascia il diploma di primo livello.

Il corso consente di accedere ai due livelli successivi e completare il percorso di formazione.

la durata è di due giorni, il costo euro 185

prossimi corsi:

1-2 novembre, Milano

15-16 novembre, Porto Valtravaglia (Va)

31 gennaio-1 febbraio, Milano

7-8 marzo, Milano

4-5 aprile, Milano

9-10 maggio, Milano

6-7 giugno, Milano

per informazioni e iscrizioni scrivere a:

Costanza Magnocavallo

02-6555683

luce(at)tao.it

rock rose: attacchi di panico, una soluzione rapida e naturale

Chi ha vissuto l’esperienza devastante di soffrire di attacchi di panico sa quanto questi rendano difficile poter vivere una vita “normale”.
Durante un attacco di panico ci si sente minacciati, il sistema nervoso crolla e non esiste niente al di fuori dell’angoscia e del terrore. E’ uno stato improvviso che crea una fortissima sofferenza, una forma di paralisi che può arrivare alla perdita dell’udito o della vista, la paura è totale e si teme di morire.

Nelle sue formi più “lievi” il panico può essere quello vissuto al risveglio da un incubo (ed i bambini ne possono soffrire spesso, svegliandosi sudati e spaventati), dopo un incidente, all’arrivo di una cattiva notizia. Non per questo va sottovalutato, la persona che ne soffre, anche se in seguito ad un avvenimento e in modo non continuativo, è molto spaventata e le si possono rizzare i capelli in testa.

Uno dei fiori di Bach che ha l’effetto più rapido e sorprendente è Rock Rose, l’Eliantemo, piccolo fiore giallo che, assomigliandogli anche nel nome (helios=sole),  cresce sempre rivolto verso il l’astro che illumina il cielo.
Bach diceva:” “E’ il Rimedio di emergenza anche per quando sembra che non ci sia più speranza. In caso di incidenti o di malattia improvvisa o quando il paziente è molto spaventato o terrorizzato o se le sue condizioni sono così serie da provocare grande paura a chi gli sta intorno…”

Questo fiorellino che ricorda lo splendore del plesso solare (chakra dell’addome che è il primo a reagire nei casi di choc improvviso o di panico), ha una vita breve, come lo stato che guarisce, il panico infatti dura generalmente poco e sparisce all’improvviso come quando è arrivato.
Quando viene assunto, la persona riprende colore, lo sguardo ritorna vivace ed il respiro si fa rilassato molto velocemente; i bambini si riaddormentano tranquilli, il malato si rasserena, il panico svanisce e la persona può riprendere a vivere senza paura. Possiamo prenderlo ogni pochi minuti fino a che lo stato di paura non scompare o se la persona è incapace di inghiottire possiamo applicarlo localmente sui polsi o sulle tempie.

Rock Rose è il rimedio a cui si ricorre in caso di paura folle e incontrollabile, quando è necessario agire immediatamente.
E’ utile anche in caso di fobie (claustrofobia. agorafobia ecc.) quando scatenano il panico, nel terrore di prendere l’aereo, nelle crisi di terrore. La paura genera paura per cui si può vivere nel terrore di avere altri attacchi di panico creando una catena di panico che sembra non avere fine.
Il panico si diffonde nell’ambiente trasmettendosi facilmente a chi sta intorno e specialmente nei casi di malattia grave o terminale o di incidenti è bene somministrare Rock Rose a tutte le persone presenti, ad esempio il malato ed I suoi famigliari.

Questo bellissimo fiore aiuta l’organismo a mettere in atto forze riparatrici di autoguarigione che il panico aveva bloccato. Inonda l’organismo con coraggio, forza di volontà e calma, tutte qualità che possediamo ma che a volte non riusciamo a vivere pienamente, rendendoci capaci di dimenticarci di noi stessi e di affrontare con coraggio qualsiasi emergenza.

Dr Edward Bach Foundation: Corso Fiori di Bach Level 1

I Fiori di Bach sono Rimedi floreali scoperti negli anni ‘30 dal Dr. Edward Bach, medico inglese, noto batteriologo, ricercatore e omeopata che ha individuato 38 rimedi floreali in grado di riequilibrare gli stati emotivi, permettendo al paziente di ritrovare equilibrio e serenità ed ottenere una salute duratura.

i Fiori di Bach sono assolutamente sicuri: non hanno controindicazioni nè effetti collaterali, vanno bene per tutti da 0 a 100 e più anni.

Corso promosso ed autorizzato dalla Dr. Edward Bach Foundation per imparare il metodo originale, usare i rimedi in modo corretto ed ottenere ottimi risultati.
Quando: sabato 21 e domenica 22
giugno 2008
Orario: 9.30 – 17.30

Il corso costa 185 euro e rilascia il Diploma originale inglese di 1° livello della Dr. Edward Bach Foundation

info at ondarmonica.it


Docente: Costanza Magnocavallo BFRP
Bach Flower Registered Practitioner

Gli unici corsi italiani autorizzati e promossi
dalla Fondazione Bach inglese,

www.iverifioridibach.it

www.bachcentre.it

La storia del dottor Edward Bach

edward_bach1.jpgNei miei studi sui fiori sono sempre stata affascinata dalla storia e dalla personalità di Edward Bach, uomo sapiente, persona umile di grande sensibilità e cuore.

Leggere i suoi libri ci da una visione della vita che esula dai fiori in sè, sono un concentrato di saggezza e profonda semplicità.

Diceva Bach: “Che la semplicità di questo metodo non vi induca a non farne uso, perché quanto più le vostre indagini proseguiranno, tanto più vi renderete conto della semplicità di tutto il Creato.

Consiglio le “Opere Complete” di Macro Edizioni che contengono tutti i suoi scritti, la traduzione lascia un pò a desiderare ma il succo è quello; per chi si volesse cimentare raccomando “The Original Writings of Edward Bach”.

Il dr. Edward Bach nacque il 24 Settembre 1886 in un piccolo villaggio appena fuori Birmingham (UK) chiamato Moseley. La sua famiglia, di origine gallese, era proprietaria di una fabbrica di ottone. Iiniziò a studiare medicina nel 1906 all’università di Birmingham ma più tardi si trasferì all’ University College Hospital di Londra, dove poi lavorò come chirurgo interno. completando i suoi studi nel 1912.

Quando scoppiò la prima guerra mondiale nel 1914 fu scartato dal servizio militare per motivi di salute. Tuttavia lavorò tantissimo per aiutare i feriti e i malati e continuò a lavorare durante la notte sulla sua ricerca. Esercitò la professione di medico generico nei suoi studi privati della famosa Harley Street a Londra e, in un primo tempo come batteriologo, poi come patologo dedicò il suo lavoro ai vaccini e ad un gruppo di nosodi omeopatici, tuttora conosciuti come i “sette nosodi di Bach”.

Nonostante i successi ottenuti con la medicina convenzionale, non si sentiva soddisfatto dal fatto che i medici si dovessero concentrare sulla malattia, ignorando la persona che l’aveva contratta. Trovò ispirazione nell’omeopatia, ma voleva cercare dei rimedi più puri e che facessero meno riferimento ai sintomi della malattia.

Nel 1917 si ammalò. I chirurghi che lo operarono diagnosticarano una malattia incurabile e gli diedero soltanto 3 mesi di vita. Iniziò a lavorare giorno e notte e rimase cosi assorto nel suo lavoro che i mesi passarono senza che lui peggiorasse. Trasse la conclusione che questo era dovuto al fatto che era totalmente ispirato dal lavoro che svolgeva e che aveva trovato il suo scopo nella vita; questo guarì il suo corpo. Continua a leggere “La storia del dottor Edward Bach”