Marte, Luna e Mercurio, occhio alle esplosioni

mer-squ-mars-argument

Marte congiunto alla Luna e a Lilith in Acquario quadrati a Mercurio in Scorpione. Attenzione alla rabbia, calibriamo le nostre parole, niente giustifica il puntare alla gola l’altro, facciamoci rispettare senza farci tirar dentro in situazioni in cui la parola può ferire e dare il via a esplosioni di collera. Usiamo questa energia per andare a fondo nell’affermazione dei nostri diritti e del nostro potere personale. Con tanti pianeti in scorpione le maschere cadono, possiamo vedere la cruda realtà delle nostre relazioni, possono stupirci per la loro profondità o possiamo scoprire di esserne avvelenati.

Benvenuto caos!

caos

Cosa saremmo senza il caos, quello che arriva e ci scompiglia ogni atomo, ci fa muovere, ci sveglia e ci scuote. Dal caos nascono le stelle e senza il caos questa realtà non esisterebbe. Il caos è lo stato primordiale di “vuoto”, il buio anteriore alla generazione del cosmo da cui emersero gli dei e gli uomini. Abbi pazienza, questo caos è necessario, ti stai trasformando.

27 pianeti in Scorpione…
Every Master was once a disaster.

Venere retrograda 10°♏️ 5 ottobre-16 novembre 2018

venere scorpio.jpg
Venere inizia oggi il suo moto retrogrado che durerà fino al 16 novembre. La retrogradazione di Venere accade solamente ogni 18 mesi ed è normalmente un buon periodo per rivedere le nostre relazioni, riparare quelle che hanno sofferto, riconoscerei nostri valori, ciò che desideriamo e il valore che diamo a noi stessi.
In Scorpione, dove si trova ora Venere, tutto ciò viene intensificato e potremo calarci nel profondo per capire e sperimentiamo ciò che vogliamo ossessivamente, dove o con chi proviamo una passione divorante, quali relazioni formiamo per un’insaziabile desiderio di intensità, dove o con chi questi desideri ci intrappolano nel dramma, in relazioni che ci rendono arrabbiati, bisognosi o ossessivi.
Il passato può venirci incontro attraverso persone che ritorneranno nella nostra vita o avvenimenti che richiamano antiche ferite, questo affinché possiamo affrontare tutto ciò che non avevamo ancora risolto e rilasciarlo una volta per tutte.
Marte e Lilith in Acquario quadrano Venere e Plutone stazionario rende ancora più intenso un momento già di per sé carico, saremo inevitabilmente confrontati con i nostri desideri e le nostre emozioni più profonde e la tendenza può essere quella di rivalersi sugli altri per non sentire impotenza e frustrazione e generare lotte di potere con chi infiamma i nostri sentimenti. E’ il tempo adatto per guarire vecchie ferite ancestrali; disfunzioni, dipendenze, dolore e sofferenza. Dobbiamo fare un’inventario delle nostre risorse e delle nostre relazioni, potremo trovare delle vere gemme scavando a fondo, oppure cose vecchie e dolorose che ci impediscono di crescere e andare oltre per creare relazioni più sane e vere.
Verso fine mese un’opposizione a Urano in Toro ci confronterà con scelte di due tipi; rilasciare vecchi modelli e relazioni che ci mantengono prigionieri liberando spazio per nuove relazioni oppure trovare opposizione alle nostre resistenze e affrontare avvenimenti esterni che sembrano improvvisi ma sono frutto di un’opposizione interiore al cambiamento.
Ciò che vivremo ora nelle nostre relazioni e nei nostri valori potrà essere di grande arricchimento per poi arrivare al 16 di novembre con relazioni più vere, più armoniose ed eque, con una passione rinnovata e libera da limiti inconsci e da dinamiche intossicanti e negative.

Equinozio d’autunno

equinozioL’Equinozio d’Autunno segna uno dei momenti essenziali di passaggio del cammino spirituale.
Gli Equinozi avvengono due volte l’anno, quando il Sole attraversa l’Equatore e giorno e notte hanno la stessa durata. Il Sole entra nel segno della Bilancia ♎️ che simbolicamente rappresenta anche il sole che sorge/cala all’orizzonte e l’equilibrio tra giorno e notte.
L’Equinozio d’Autunno è legato all’Equinozio di Primavera e ai Solstizi d’Estate e d’Inverno, e insieme formano la croce simbolica nella ruota dell’anno con il Sole (il principio divino, lo spirito) al Centro.
Il significato di morte (Solstizio d’inverno) e resurrezione (Equinozio di Primavera) lo troviamo negli Dei dei quali si celebra la nascita a dicembre e la resurrezione a primavera, simboleggiando il cammino spirituale dell’uomo.
Nel giorno dell’Equinozio d’Autunno Proserpina scende nell’Ade per passare i sei mesi successivi come regina dell’oltretomba, sposa di Hades (Plutone). Allo stesso modo il momento ci chiede una trasformazione, spogliarci del superfluo, accompagnare l’avanzata della notte sopra il giorno, lasciar andare la forte dualità che ci contraddistingue (l’equilibrio luce/buio si rompe da domani).E’ la fine di un ciclo e l’inizio di uno nuovo.
Tutte le cose devono morire per poi rinascere, tutte le ascese spirituali hanno bisogno prima di discendere nella propria oscurità. In questo periodo siamo facilitati nel cambiamento e, come sempre, meno la nostra mente si oppone con la paura, e più la trasformazione sarà lieve anche se profonda. Abbi fiducia in te, nel futuro, nel cambiamento, cerca la connessione con la tua parte più vera, con la scintilla che sempre splende dentro te, e non distogliere lo sguardo, il resto è sogno.
Questo è il passaggio necessario perché il nostro sole possa nascere durante il Solstizio d’Inverno.
Celebriamo oggi con l’abbondanza che la natura ci offre prima di entrare nel rigido inverno!

L’astrologia è semplicemente un’interpretazione. I pianeti girano intorno al Sole in un moto prevedibile. E’ un orologio con dieci lancette, una volta che impari a leggere l’ora in questo modo la mappa del passato, del presente e del futuro diventa chiara. E diventi un’astrologo.

Luna Nuova in Vergine ● 17°♍️

virgo art Lori Menna
La Vergine è il segno del perfezionamento, del raffinare le piccole cose perché possano funzionare meglio. Chiediamoci cosa abbiamo bisogno di lasciar andare e quali risorse dobbiamo sviluppare.
Possiamo scegliere di purificare noi stessi dai pensieri che ci impediscono la guarigione. Possiamo purificare la nostra vita dalle persone, dalle energie e dalle cose che non sono più utili o funzionali al nostro sviluppo e al nostro bene superiore. Abbiamo bisogno di rilasciare tutto ciò che ci trattiene nel passato, vecchi complessi, relazioni, preconcetti, preoccupazioni e modi di fare che ci frenano dal forgiare il nostro futuro.
L’energia Virginea ci porta la possibilità di perfezionare la nostra esistenza, liberando spazio e fornendoci una nuova chiarezza ed efficienza che possiamo mettere al servizio di uno scopo più grande, pur rimanendo concentrati sul qui e ora. C’è a disposizione una buona energia per integrare tutte le nuove opportunità, la saggezza e le informazioni che potrebbero essere arrivate nelle scorse settimane.
Abbiamo la possibilità di creare un nuovo contenitore per il nostro spirito, che sia nel corpo, nelle routine quotidiane, nel lavoro o nel mondo che ci circonda. Setacciamo i nostri pensieri e le nostre emozioni, dividiamo con cura la pula dal grano, quello che rimarrà sarà ciò che ci aiuterà ad operare in un modo migliore, spesso sono infatti i rifiuti che si accumulano nella nostra vita che possono avvelenarci ad ogni livello.
Il nostro destino, il nostro cammino, sono nel momento presente e nelle piccole cose. Attenzione ai dettagli e precisione nell’esecuzione di ogni azione ci consentiranno un forte radicamento nel corpo e nella mente. Ora i sogni possono coincidere con la realtà, la manifestazione di ciò che ci sta a cuore è a nostra disposizione, un passo alla volta, con cura e amorevolezza.
Costanza Magnocavallo
art: Lori Menna