2018 le energie e i tarocchi

Buon 2 0 1 8, quattro suggerimenti per il nuovo anno e l’energia che verrà.
2  La voce interiore
0  Il matto
1  L’esistenza
8  il coraggio

il totale è 11 = Un’apertura

 

2 La voce interiore
Se hai trovato la verità dentro di te, non c’è nient’altro, in tutta l’esistenza, da trovare. La verità opera attraverso di te. Quando apri gli occhi, è la verità che apre gli occhi. Quando li chiudi, è la verità che chiude i suoi.
Questa è una meditazione potentissima. Se riesci a comprendere questo semplice espediente, non devi fare nulla: qualsiasi cosa farai, verrà fatta dalla verità. Cammini, è la verità; dormi, è la verità che riposa; parli, è la verità che parla; sei in silenzio, è la verità che è in silenzio.
È una delle tecniche di meditazione più semplici. Pian piano tutto s’acquieta grazie a questa formula elementare, e alla fine la tecnica non è più necessaria. Quando sei guarito, getti via la meditazione, getti via la medicina. A quel punto vivi in quanto verità – vivo, radiante, appagato, estatico, un vero e proprio inno alla vita. La tua esistenza diventa una preghiera non espressa a parole; o, per meglio dire, una devozione, una grazia, una bellezza che non appartiene al nostro mondo terreno, un raggio di luce che proviene dall’aldilà e si irradia nell’oscurità del nostro mondo.
Osho

Commento:
La Voce Interiore non parla usando parole bensì il linguaggio senza parole del cuore. È simile a un oracolo che dice solo la verità. Se avesse un volto, assomiglierebbe a quello che vedi al centro di questa carta: attento, presente, all’erta, e in grado di accettare sia l’oscurità che la luce, simbolizzate dalle due mani che reggono il cristallo. Il cristallo stesso rappresenta la chiarezza che proviene dalla trascendenza di tutte le dualità.
La Voce Interiore può anche essere giocosa, poiché si immerge profondamente nelle emozioni e torna a emergere per librarsi in volo verso il cielo, come fanno i due delfini che danzano nelle acque della vita. Ed essa è connessa con il cosmo attraverso la luna crescente che la incorona, e con la terra, rappresentata dalle foglie verdi del chimono.
Nella nostra vita ci sono momenti in cui un numero eccessivo di voci sembra tirarci da una parte e dall’altra. La nostra confusione in simili situazioni è un monito a ricercare il silenzio e a centrarci interiormente. Solo così potremo udire la nostra verità.

0 Il matto
Un Matto è qualcuno che continua ad aver fiducia; un Matto continua a fidarsi in contrasto con tutte le sue esperienze. Tu lo inganni, e lui ha fiducia in te; tu torni a ingannarlo, e lui si fida di te; di nuovo lo inganni, e lui si fida. A quel punto dirai che quella persona è matta, non impara nulla. La sua fiducia è incredibile; la sua fiducia è così pura che nessuno la può corrompere. Sii un matto nel senso taoista o Zen.
Non cercare di creare intorno a te un muro di sapere. Qualsiasi esperienza ti coinvolga, lascia che accada, e poi continua a lasciarla andare. Continua senza posa a ripulire la tua mente; continua a morire al passato, in modo da restare nel presente, nel qui e ora, come se fossi appena nato, un infante.

Continua a leggere “2018 le energie e i tarocchi”

REGALA-TI IL TUO CIELO NATALE

cielo natale

Promozione valida fino al 31/12/2017

una seduta individuale della durata di 1h1/2 per l’analisi del proprio cielo natale,

come utilizzare al meglio le energie del nostro mandala interiore.

85€  anziché 110€

Luna Nuova, Eclissi anulare di Sole, 8° in Toro, 29 aprile 2014, 6.15 GMT

new moon eclipseLo sforzo di cambiare durante il tempo della Croce Cardinale ora inizia il processo di portare i primi frutti , questo è un momento in cui possiamo cominciare a scartare alcuni doni, anche se non sempre otteniamo esattamente quello che vogliamo.

Nel segno di terra del Toro, questa eclissi ci chiede impegno e capacità di resistenza, insieme ad una sana dose di buon senso! Un’eclisse solare in Toro è un momento per nutrire le radici delle nostre creazioni, tirarle non sarà di aiuto, né lo sarà eccitarsi alla loro prima apparizione! Esse richiedono l’attenzione paziente e un trattamento delicato per costruirne la forza per tutta la vita che le aspetta.

Gli eventi nel tempo di questa eclissi ci rivelano quali germogli sono resistenti e quali non sono abbastanza forti per durare nel tempo. Può essere difficile rinunciare a quelli più deboli, soprattutto se sono di particolare importanza per noi, ma faremmo bene a prenderne atto e agire di conseguenza, a questo punto, se vogliamo evitare un intero carico di fatica sprecata nel mesi a venire. Questo è un momento di attento discernimento su cui investire la nostra attenzione e le nostre energie da questo punto in poi. Se le nostre creazioni sono indesiderabili, dobbiamo risolverle adesso.

Questa eclissi evidenzia anche il rischio di dedurre che abbiamo raggiunto una destinazione, che sia opportuno o meno. Dovunque ci troviamo, siamo ancora in cammino. Ce ne dimentichiamo facilmente e finiamo chiedendo molto di più che il miracolo di essere vivi, per ritenerci soddisfatti.

Così questo può sembrare un messaggio misto: nutrire le radici dei vostri sogni pur apprezzando il vantaggio di essere qui senza pretendere di più. Ma in realtà le due cose vanno di pari passo se vogliamo una vita serena e soddisfacente. Ma siamo ancora vivi, e finché possiamo riconoscere il miracolo di quel fatto, qualunque cosa accada sapremo noi stessi di essere già benedetti oltre misura.

 


 

The effort to change during the time of the Cardinal Cross will now begin the process of bearing fruit, this is certainly a time when we can begin to unwrap some gifts even if we don’t always get exactly what we want. In the earthy sign of Taurus, this eclipse asks of us commitment and staying power, together with a healthy dose of common-sense!

A Solar Eclipse in Taurus is a time to feed the roots of our own creations , pulling at them won’t help, neither will dancing all over them in the moment of excitement when they first appear! They require patient attention and gentle handling as they build up their strength for the lifetime ahead.

Events around the time of this eclipse may well reveal to us which shoots are in it for the long haul and which are not strong enough to make it. It can be hard to give up on the weakest ones, especially if they’re of particular importance to us, but we would do well to take note and act accordingly at this point if we want to avoid a whole load of wasted effort in the months to come.

This is a time of careful discernment about where we invest our attention and energy from this point on. And it hardly needs saying, but I’ll say it anyway: if our creations are undesirable, we need to clear them out right now. This eclipse also highlights the risk of assuming we have reached a destination, be it desirable or otherwise. Wherever we find ourselves, we are still on a journey, no matter how it may actually feel. We easily forget and end up demanding so much more than the miracle of being alive, to keep us satisfied.

So it may seem like a mixed message: nurture the roots of your dreams whilst appreciating simply being here without demanding more. But in fact the two go hand in hand if we want a peaceful and satisfying life. But we are still alive, and as long as we can recognise the miracle of that fact, whatever happens we will know ourselves to be already blessed beyond measure.