Giove congiunto a Plutone, 24° 53′ ♑︎ 5 aprile 2020, h4.44

giove plutone
Giove congiunto a Plutone, 24° 53′ ♑︎5 aprile 2020, h 4.44
 
Il grande evento di questa notte, che senza esserne consapevoli sta riunendo persone in tutto il mondo per una meditazione globale, è la congiunzione esatta di Giove e Plutone che avverrà alle 4.44 della notte tra sabato e domenica. Questo aspetto si sente già da tempo, è un importante allineamento che si verifica ogni 12/13 anni e si ripeterà altre due volte durante quest’anno. Saranno quindi tre le congiunzioni di Giove e Plutone nel 2020, nel segno del Capricorno, il 4 aprile, 30 giugno e 12 novembre 2020.
Ogni dodici anni circa, questi due potenti pianeti si uniscono in una congiunzione che indica cambiamenti economici, intense prese di potere, risorse nascoste che vengono alla luce, fanatismo e potenziali riforme. Si apre uno spiraglio di chiarezza sui giochi di potere e sui tentativi di manipolazione del Sistema.
Giove e Plutone ci invitano ad un approfondimento della nostra crescita, scavando nelle radici delle circostanze per scoprire ciò che conta davvero. Saremo in grado di rigenerare la visione delle nostre possibilità, affrontando le difficoltà e tutto ciò che è morto durante l’anno passato e l’inizio di quest’anno quando Saturno e Plutone si sono congiunti, iniziando un nuovo ciclo, svelando l’arroganza dell’uomo e portando un’ondata di paura. Giove, Plutone e Saturno in transito attraverso il Capricorno porteranno lezioni di maturità e responsabilità attraverso l’accettazione dei cicli naturali di cambiamento e trasformazione.
Plutone in Capricorno potrebbe riguardare una qualche forma di reazione alla leadership e ai governi con un Giove che probabilmente potenzierà le cose in modo non particolarmente salutare, portando a un grave uso improprio del potere da parte di coloro che ne hanno o alla volontà di ottenere potere da coloro che non lo hanno.
Giove riguarda la moralità, la legge, la religione e tutte le cose straniere. Plutone si occupa di potere, segretezza, trasformazione e rinascita dalle rovine.
La congiunzione di Giove e Plutone indica anche potere attraverso la crescita o potere e arroganza eccessivi, le energie planetarie possono essere interpretate in molti modi diversi.
Possiamo aspettarci un inizio dei cambiamenti in aprile, con una svolta importante degli eventi o revisioni necessarie che si verificheranno in giugno e luglio, e che richiederanno l’integrazione e la riflessione su come procedere in modo più efficace. A novembre l’ultimo aspetto porterà un adattamento e una stabilizzazione dei cambiamenti avvenuti durante l’anno, tutto non sarà più come prima, Plutone strappa l’innocenza ma porta nuove profondità alla nostra vita.
I risultati di questo transito dipendono dai nostri obiettivi, quindi è importante pensare cosa vogliamo fare durante questa fase della vita. Se agiamo in modo spietato, estremo o ossessivo, è probabile che affronteremo potenti forze che agiscono contro di noi. Ciò potrebbe includere problemi da parte di superiori, autorità governative o della legge. Se agiamo moralmente ed eticamente cresceremo spiritualmente e materialmente, un misto di intenso sforzo e buona fortuna ci dà il potere e l’influenza per cambiare la nostra vita.
È possibile ottenere una comprensione profonda e trasformatrice (Plutone) dell’universo creando una nuova visione (Giove), ma anche ottenere una spinta e un’espansione della mente e dello spirito verso il nostro destino cosmico.

Ritornando a casa…

Ricorda la luce chiara, la luce chiara bianca pura da cui tutto nell’universo viene, a cui tutto nell’universo torna; la natura originale della tua mente. Lo stato naturale dell’universo non manifesto. Lasciati andare verso la luce chiara, affidati, fonditi con essa. E’ la tua vera natura, è casa.
Libro tibetano dei morti

 

Remember the clear light, the pure clear white light from which everything in the universe comes, to which everything in the universe returns; the original nature of your own mind. The natural state of the universe unmanifest. Let go into the clear light, trust it, merge with it. It is your own true nature, it is home.
Tibetan book of the dead

19 febbraio 2015 Luna Nuova in acquario/pesci

luna nuova okQuesta Luna Nuova è bella strana, Luna all’ultimo grado dell’Acquario e Sole a 0° in Pesci. Pur segnando la Luna Nuova l’inizio di un nuovo ciclo, con la Luna all’ultimo grado (anaretic degree) si chiude il ciclo acquariano e si da il via a quello pesciano.

Lasciamo quindi andare le strutture e le rigidità dell’acquario, è il momento di dissolvere ogni separazione, la sensibilità è ai massimi livelli, l’empatia pure, se ci mettiamo in ascolto possiamo sentire l’anima del mondo. Meditazione, preghiera, raccoglimento, musica, danza, sono solo alcuni dei mezzi che ci possono far perdere i confini fino a sentirci una cosa sola con l’universo.

E’ il momento perfetto per collegarsi a qualcosa di più grande e far scorrere in noi amore, sogni, creatività. Canalizziamo bellezza e amore con altri mezzi che non la parola che non può contenere tanta emozione.

I sogni possono ora contenere importanti informazioni, il contatto con l’inconscio è più stretto che mai.

Le persone più sensibili hanno bisogno di collegarsi alla sorgente dell’amore universale, altrimenti le sofferenze del mondo potrebbero sopraffarle, anche se inconsciamente.

La soluzione? Aiutare il prossimo è aiutare sè stessi, mai come ora “io son te e tu sei me.” Ah dimenticavo, come avete dormito? Con questa Luna la vita oniririca dev’essere stata interessante…

Il divino romanzo d’amore

Immagine
foto Costanza Magnocavallo

 

Il più grande romanzo d’amore è quello con l’infinito.

Non hai idea di quanto possa essere meravigliosa la vita.

Quando improvvisamente scopri Dio dappertutto, quando viene a te, ti parla e ti guida, il divino romanzo d’amore è cominciato.

Paramhansa Yogananda

 


 

The greatest love story is the one with the infinite.

You have no idea how wonderful life can be.

When you suddenly discover God everywhere, when he comes to you and guides you, the divine love story began.

Paramhansa Yogananda

longchenpa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal terreno dell’amicizia (metta) 
Cresce la splendida fioritura della compassione (karuna) 
Innaffiata con lacrime di gioia (mudita) 
Sotto l’ombra fresca dell’albero dell’equanimità (upekkha)

– Longchen Rabjampa, monaco Buddista, 14° secolo

 


 

Out of the soil of friendliness (metta)
Grows the beautiful bloom of compassion (karuna)
Watered with tears of joy (mudita)
Under the cool shade of the tree of equanimity (upekkha)

– Longchen Rabjampa, 14th century Buddhist monk