Urano retrogrado, cosa possiamo aspettarci?

urano retrogradoUrano è ufficialmente retrogrado, quindi possiamo aspettarci ufficialmente l’inaspettato. Urano ci porta sorprese, non possiamo prepararci per Urano, la natura di Urano è Cambiamento e il suo ruolo è quello di sorprenderci e trasformare la nostra vita fino a trovarci a testa in giù. Nel periodo di retrogradazione possiamo approfittare per mettere a fuoco tutti quei cambiamenti che sono necessari al nostro spirito per esprimersi al meglio, libero da catene imposte o auto-imposte, diventa ora più chiaro come una parte di noi stia sfidando le restrizioni che ci circondano. 


Possiamo sfidare le aspettative restrittive del mondo esterno, ma se non riusciamo a percepire dove sopprimiamo noi stessi, diventeremo il nostro stesso oppressore. Urano retrogrado ci dice che è tempo di tirarsi indietro, avere una visione obiettiva e mettere in discussione le ipotesi che crediamo fondamentali e alla base della nostra identità.

Il quadrato di Urano e Marte in Acquario sottolinea l’importanza del distacco dalla carica emotiva reattiva innescata dalle minacce alla nostra immagine di sé. Essere più morbidi con le nostre auto-credenze, pensando che forse non siamo chi o quello che abbiamo pensato di essere, crea spazio per nuove prospettive. Marte quadrato a Urano rappresenta una messa a prova della pazienza, dà un forte impulso a liberarsi dalle restrizioni e un desiderio di ribellarsi all’autorità in ogni ambito di vita. Una tendenza ad agire in modo avventato senza riguardo per le conseguenze può portare a grandi sconvolgimenti nella nostra esistenza. Apertura mentale e flessibilità condurranno a scoperte creative e ad una vita personale rinvigorita.

Esprimiamo la nostra parte pazza e inventiva in modo sicuro senza turbare gli altri, cerchiamo canali creativi che ci consentano di essere sempre più liberamente noi stessi, anche le nostre relazioni personali potranno godere allora quest’aria di rinnovamento. Il cambiamento è inevitabile ma se gli andiamo incontro ci risparmieremo molte sofferenze, la gabbia è sempre stata aperta, è tempo di pensare di poter volare senza paura.

Astrologia: e il 2010 come sarà?

L’ENERGIA DELL’ANNO

In un momento così delicato della storia del nostro pianeta, il nuovo anno inizia all’insegna della fede e della compassione con l’ingresso di Giove nel segno dei Pesci, il più spirituale dello zodiaco, e sembra suggerirci di affidarci al destino e credere che un futuro e un’umanità migliore saranno possibili.
Le necessità di trasformazione delle strutture e delle fondamenta della nostra società sono un dato di fatto inequivocabile espresso dal lungo transito di Plutone in Capricorno che proseguirà per i prossimi anni, ma sembra che nel 2010 siamo arrivati al culmine di questo processo. Le tensioni che si creeranno tra i pianeti e, di riflesso nella nostra vita, saranno molto intense e tali da determinare il cambiamento. Giove, nel corso del suo viaggio, si congiungerà ad Urano prima sotto il segno dei Pesci e poi sotto quello dell’irruente Ariete e, contemporaneamente, Saturno si troverà nel segno opposto della Bilancia con Plutone in difficile quadratura dal Capricorno.
Così, se da un lato Giove e Urano spingeranno verso il futuro, il progresso, l’innovazione tecnologica, l’espressione della massima libertà individuale e la nascita di una nuova coscienza, Saturno, esaltato in Bilancia, porterà ad un irrigidimento e chiederà di muoversi con giudizio e nel rispetto delle norme sociali e degli altri. Questi conflitti, amplificati dalla quadratura di Plutone, faranno emergere non poche difficoltà sia a livello personale che sociale e anche l’equilibrio del nostro pianeta terra sarà messo a dura prova. La sensazione di controllo e la mancanza di libertà di azione, le difficoltà economiche e professionali, la perdita di qualche sicurezza materiale, i possibili attriti nelle relazioni consolidate faranno parte del clima dell’anno, ma saranno indispensabili per arrivare finalmente a voltare pagina e ripartire liberi da tanti fardelli e in sintonia con il nostro sentire più profondo. E anche se ci sentiremo in balia degli eventi e i fatti di cui saremo testimoni sembreranno essere qualcosa di più grande di noi, in realtà siamo tutti partecipi di un unico processo perché parti integranti del tessuto della madre terra e, come in un ologramma, quello che succede alla terra e tra le nazioni, le società, i governi, riflette quello che succede nel nostro microcosmo, nel nostro quotidiano e nelle nostre relazioni personali.
Il modo in cui avverrà questa evoluzione dipenderà dunque anche da te, dalla tua flessibilità e creatività di fronte ai cambiamenti improvvisi, dalle tue capacità di mediazione e di compromesso, dall’amore e rispetto per il pianeta.
Le prime avvisaglie si avranno soprattutto a giugno quando Giove e Urano nel segno dell’Ariete costituiranno una miscela piuttosto esplosiva. L’Ariete è il primo segno dello zodiaco e, non a caso, questa combinazione ci spalancherà le porte del futuro, ci condurrà verso una nuova era, ma per far posto al nuovo qualcosa dovrà essere lasciato dietro le spalle, qualcosa dovrà morire.
Non farti travolgere dalla paura o dalla bolla dell’illusione collettiva, vivi nella tua verità, non restare legata al passato, vai oltre la materia e approfitta di questo momento di grande creatività per lasciarti trasportare dal tuo istinto e gettare le basi del tuo futuro.
L’alba di una nuova coscienza è vicina!

2010: 2+1 = 3
Anno 3
Numero perfetto, il tre esprime la creazione, l’esplosione dell’energia che è stata accumulata con il numero due. E’ la risoluzione creativa del conflitto posto dal dualismo, la nascita di un’entità nuova ed il ritrovamento dell’equilibrio

tratto da “Tu sei la Dea” agenda lunare astrologica 2010
Di Costanza Magnocavallo, Alessandra Comneno e Beatrice Castelli
Edizioni Chakaruna