Luna in Acquario 27-28 aprile 2019

acquario mani.jpg
La Luna è in Acquario, in trigono a Marte in Gemelli e sestile a Mercurio in Ariete. E’ più facile oggi capire cosa vogliamo, esprimere la nostra individualità e avere lo slancio di seguire la nostra essenza. Siamo nati sapendo molto bene chi siamo e cosa siamo venuti a fare nella vita; nel contatto con la società, la famiglia e il mondo del lavoro ci trasformiamo o ingabbiamo la nostra vera natura per essere accettati e dimentichiamo chi siamo, qual è la nostra matrice energetica. Possiamo passare la vita cercando di ricordare chi siamo veramente e a volte l’energia dei pianeti ci rende le cose più facili. La Luna è calante ma tutto scorre più veloce. L’Acquario capisce molto molto bene l’unicità delle persone e questa Luna illumina i nostri aspetti creativi e diversi. Marte, Mercurio e Venere alleati alla Luna ci aiutano a seguire i nostri interessi e a essere parte di un gruppo con cui condividere i progetti e le idee. E’ un ottimo momento per stare con le persone che ci portano crescita, con le quali possiamo condividere quello che pensiamo del mondo e dell’amore. E’ più facile oggi creare nuove amicizie o contatti che stimolino la nostra mente e ci invoglino ad agire. Lasciamo fluire questa energia elettrizzante, comunicativa e innovativa e portiamola in tutte le nostre attività e relazioni.
 
Costanza Magnocavallo

Venere e Marte in Ariete

Venere e Marte entrano congiunti focosamente in Ariete! Cosa posso dire…flirt, sex and rock’ roll!

Per stasera vi basti domani mi metto a scrivere, ora scalpito pure io!

Giovedi 26 marzo: Luna Nuova in Ariete

new-moonLa Luna Nuova in Ariete di oggi segna l’inizio del nuovo ciclo lunare, è la Luna che ci spinge ad cominciare una nuova fase, a lasciarci alle spalle le difficoltà, il senso di oppressione e depressione che possiamo aver provato da un anno in qua e lanciarci nell’azione con la fiducia di poter ricominciare da capo.
Il seguito qui

Oroscopo settimanale dal 23 al 29 marzo 2009: stellium e Luna Nuova in Ariete, che sferzata di energia!

astroprevisione-settimanaleL’ultima settimana di marzo il cielo è popolato da uno “stellium” – un raggruppamento di pianeti vicini – nel segno dell’Ariete. Sole, Luna (e la Luna Nuova), Mercurio e Venere si incontrano per farci sperimentare il fuoco dentro di noi, l’entusiasmo di agire spontaneamente e con fiducia per iniziare un nuovo capitolo nella nostra vita, rivedere le nostre relazioni, iniziare nuovi progetti o poter finalmente agire dopo un periodo che può essere sembrato frustrante e lento. L’energia è tanta ma attenzione perchè anche i caratteri si possono infiammare facilmente e la pazienza, come ben sanno le persone arietine, non sarà molta; dirigiamo l’energia verso un obiettivo e lasciamo che la passione ci guidi. Sciogliamo le chiome al vento e celebriamo danzando con gioia scatenata l’arrivo della primavera, cerchiamo un modo di scaricare un pò di questa energia, l’azione sarà premiata!

Lunedi il Sole in Ariete si scontra con Plutone in Capricorno, l’impulsività Arietina si scontra con il controllo capricornino, potremo trovarci sfidati o confrontati con figure di autorità, o forse saremo noi a sfidarle. L’ego (Sole) reclama il suo potere (Plutone) e per un paio di giorni riceveremo segnali che ci indicheranno se il nostro potere ce l’abbiamo in mano, altrimenti potremmo confrontarci con arroganza, insubordinazioni, abusi di potere, impazienza e prove di forza che però, ricordiamocelo, sono solo un’espressione del nostro rapporto più o meno buono con il (nostro) potere.

Mercoledi Mercurio lascia il segno dei Pesci ed entra in Ariete, sarà più facile allora chiedere ciò che vogliamo ed esprimere quello che pensiamo davvero senza paura di andare contro a qualcuno. Le conversazioni saranno immediate e spontanee, l’intuizione ci illumina e la mente è veloce, è un ottimo aspetto per pianificare l’azione con coraggio e iniziativa, a volte però sarà bene tenere a freno l’impulsività (e con Mercurio in Ariete l’irrequietezza si fa sentire) per non ferire inavvertitamente con le parole o per non fare di ogni discussione una battaglia.

L’articolo completo potete leggerlo qui