Venere torna diretta, comé andata?

Stiamo uscendo dall’influsso di Venere retrograda, diventerà diretta il 29 gennaio 2022.

Vediamo un pò…le relazioni… il fato in azione… cosa è successo nella vostra vita dal 19 dicembre 2021?

Venere rappresenta il nostro cuore, la nostra capacità di amare ed essere amati e le nostre relazioni. In queste aree possiamo rinascere quando Venere si trasforma da Stella della Sera a Stella del Mattino.

Il Ciclo sinodico di Venere forma un perfetto modello a forma di rosa. E all’interno di questa formazione naturale perfettamente simmetrica si trova uno splendido pentagramma, ognuna delle sue punte é formata dalle sue stazioni retrograde, che si alternano tra cinque segni zodiacali.

Venere viaggia attraverso il grande firmamento, e tesse una bellissima e intricata tela che connette molte linee del tempo. Nuove persone, che sembrano già conosciute, appaiono improvvisamente. Li abbiamo incontrati prima? Forse da un’altra vita, forse molto tempo fa, in un’altra esistenza forse.

Dentro di noi lo sappiamo: c’è qualche importante questione da risolvere, qualche desiderio rimasto da esaurire. Venere è magnetica e attraente. Queste connessioni riemergono a causa di questo campo energetico dentro e fuori di noi.

Quando Venere é retrograda, dobbiamo ricollegare i ponti che possiamo aver bruciato, forse essendocene pentiti. Dobbiamo riequilibrare la situazione. Rivolgiamo lo sguardo al passato, il nostro “karma” attrae la nostra anima in qualche questione in sospeso con una particolare persona o esperienza sentita come incompleta, irrisolta o insoddisfatta. Qualcosa di profondamente legato al fato inizia o termina.

Ora possiamo rivedere questo periodo dando un senso a ciò che é successo, dal 29 gennaio questa fase termina e guarderemo di nuovo davanti a noi.

Luna Piena 27°  Cancro, 18-1-22, h 0.48

Ti auguro di navigare le acque di questa Luna Piena nello spazio sacro del tuo cuore, nutrendoti e nutrendo tutte le tue relazioni.

Costanza Magnocavallo

Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti, Ti vedo, riconosco e celebro la tua anima splendente. 12° giorno, 6 gennaio, il messaggio dei Pesci.

il messaggio dei Pesci:

Mi porti su nel cielo con le tue ali d’angelo per farmi guardare in basso e vedere tutte le teste degli esseri viventi. Mi dici che sei una parte di ogni anima vivente e io ti credo. Mi dici che sei una parte di ogni pezzo di natura che cresce su questa terra, e sei ogni secondo, ogni minuto e ora del giorno e io ti credo. Mi dici che sei giorno e notte, buono e cattivo. Mi dici che sei tutto e niente e io ti credo. Tu sei tutte queste cose ma sei soprattutto un angelo. Sei ultraterreno.

Un Mattino Dio chiamò a se i suoi Dodici figli e in ognuno di essi cosparse il seme della mente Umana. Uno dopo l’altro essi fecero un passo in avanti per ricevere il dono che era stato loro riservato:

A te Pesci affido il compito più difficile. Le tue lacrime saranno le Mie lacrime, ma le pene che assorbirai in te sono l’effetto del fraintendimento della mia Idea da parte dell’Uomo. Svilupperai la Compassione nei suoi confronti e gliela mostrerai in modo che esso possa capire di avere un’altra opportunità e ritentare nuovamente; per questo compito così difficile sarai ricompensato con la capacità di Intuire il Mio disegno, ma questo dono è per te; se cercherai di comunicarlo agli altri, essi non ti ascolteranno. Pesci fece un passo indietro e tornò al proprio posto. 

Allora Dio disse: ognuno di voi possiede una parte della Mia Idea ma non dovete scambiare una parte con il tutto, ne Desiderare di scambiarvi le parti gli uni con gli altri, Ognuno di voi è perfetto; ma sarete consapevoli di ciò solo quando sarete diventati UNO, solo allora la completezza della mia idea si paleserà ad ognuno di voi.   

Costanza Magnocavallo

Vuoi cambiare l’anno che verrà? Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Dodicesimo e ultimo giorno di ricapitolazione, 6 gennaio Pesci

Dodicesimo e ultimo giorno di ricapitolazione, 6 gennaio Pesci (il dodicesimo dei 12 Segni zodiacali) che corrisponde al periodo dal 18 febbraio al 20 marzo 2021

Oggi, 6 gennaio, si conclude il periodo dei dodici giorni Santi, nel segno dei Pesci. Un tempo l’Epifania era la data originale della nascita del Cristo ed è ancora celebrata come tale dalla Chiesa Cristiana Orientale. Il termine “Epifania” viene dal greco “epiphàneia”, che significa “manifestazione della divinità” (mi rendo manifesto).

I Pesci sono quindi l’ultimo segno, l’ultima tappa del processo di ricapitolazione, prima della nascita del nuovo anno spirituale. Rappresentano l’acqua infinita dell’oceano, la mutevolezza degli infiniti colori e delle correnti del mare. È il tempo della consapevolezza: il seme sepolto completa la sua germinazione, ma è ancora nella fase passiva sotto la terra, aspettando di rinascere nel segno dell’Ariete a primavera.

I Pesci sono l’ultimo Segno prima della nascita del nuovo anno, un periodo intimo di ricapitolazione. Esso segna il tramonto di una vita passata e l’alba di una nuova vita. La Gerarchia dei Pesci opera per portare in manifestazione il principio di unificazione attraverso tutta la creazione. Il modello cosmico portato sulla Terra da questa Gerarchia è quello dell’uomo creato ad immagine e somiglianza di Dio che manifesta la perfezione e il divino all’interno di sé. L’uomo a somiglianza di Dio è l’espressione dell’energia dei Pesci, ed è anche il modello cosmico dell’Ariete. Il perfezionamento dell’uomo infatti è ed è stato il divino lavoro di tutte le dodici Gerarchie creatrici, sin dal principio dell’evoluzione dell’uomo. Nel suo completamento finale, passerà sotto la direzione della Gerarchia dei Pesci.

Ogni pensiero quindi dovrebbe oggi essere guidato dalla generosità; ogni parola vibrante di empatia, ogni azione manifestazione di compassione.

Puoi recuperare i doni e le lezioni dal dal 18 febbraio al 20 marzo 2021 che potrebbero essere importanti per il viaggio verso l’anno nuovo, e lasciar andare ogni cosa che ancora ti trattiene e ti lega a quel periodo, così da viaggiare più leggera verso il nuovo anno.

I Pesci hanno la virtù della generosità, la parola generoso significa “nascita nobile, la stirpe”. Questo è il compito dei Pesci, far nascere nuovi mondi e seminare pace e compassione sul pianeta. Grazie a questo segno possiamo immaginare un mondo nuovo in cui le persone sono compassionevoli, e dove non esista più la sofferenza. Un mondo in cui noi stessi diventiamo esseri divini, utilizzando ogni pensiero e ogni azione partendo dalla consapevolezza di essere una cosa sola con tutta la creazione. Questa notte sarà utile scegliere bene ciò a cui la generosità può portare una potente energia spirituale nel mese dei Pesci di questo anno.

Il Discepolo corrisponden­te ai Pesci è Pietro: egli non fu mai sicuro, era instabile, ma fu l’uomo che, grazie alla fede, risvegliò in sé il Cristo interiore e di­venne la pietra angolare sulla quale fu costruita la Chiesa.

Il versetto biblico su cui meditare il 6 gennaio e durante il segno dell’Pesci (dal 18 febbraio al 20 marzo 2021) è il seguente: “Così Dio creò l’uomo a Sua immagine e somiglianza”. (Genesi 1:27).

L’Ariete ha a che fare con la vita, il Toro con la forma, i Gemelli con la mente, il Cancro con l’anima, Il Leone con il cuore, la Vergine con l’intestino, la Bilancia con le ghiandole surrenali, lo Scorpione con gli organi generativi, il Sagittario con il plesso sacrale, il Capricorno con le ginocchia, l’Acquario con gli arti inferiori, il duplice centro dei piedi è il punto del corpo relativo ai Pesci.

Possiamo quindi visualizzarli vibranti di energia, dolci come colombe, perfetti per condurci in un cammino spirituale. L’uomo divino infatti non vive più in un corpo materiale, ma in un corpo spirituale; un corpo “atto ad immagine di Dio, reso perfetto da tutti i chakra perfettamente funzionanti.

L’Epifania conclude quindi i dodici giorni di Natale, portandoci il completamento del recupero delle dodici Gerarchie e virtù (rappresentate dalle forze zodiacali) e il loro allineamento con l’energia del Cristo. Se avremo compreso questa presa di coscienza di essere anche noi divini, potremo trovare la manifestazione di questa nostra natura nel quotidiano.

Ricapitolando:Le 12 virtù e i doni

• Notte del 26 Dicembre. Ariete. Marzo – Aprile. Virtù: devozione. “Ecco, io faccio nuove tutte le cose”

• Notte del 27 Dicembre. Toro. Aprile – Maggio. Virtù: equilibrio. “Colui che dimora nell’amore dimora in Dio”

• Notte del 28 Dicembre. Gemelli. Maggio – Giugno. Virtù: perseveranza. “Fermati, e sappi che Io sono Dio”

• Notte del 29 Dicembre. Cancro. Giugno – Luglio. Virtù: distacco. “Ma se noi camminiamo nella luce, come Egli è nella luce, noi siamo in comunione gli uni con gli altri”

• Notte del 30 Dicembre. Leone. Luglio – Agosto. Virtù: compassione. “L’Amore è il compimento della Legge”

• Notte del 31 Dicembre. Vergine. Agosto – Settembre. Virtù: cortesia. “Chi è il maggiore fra di voi, sia il servo di tutti”

• Notte del 1 Gennaio. Bilancia. Settembre – Ottobre. Virtù: ottimismo. “Conoscerete la Verità e la Verità vi renderà liberi”

• Notte del 2 Gennaio. Scorpione. Ottobre – Novembre. Virtù: pazienza. “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”

• Notte del 3 Gennaio. Sagittario. Novembre – Dicembre. Virtù: utilizzo del pensiero. “Voi siete la Luce del Mondo”

• Notte del 4 Gennaio. Capricorno. Dicembre – Gennaio. Virtù: coraggio. “Lasciate che il Cristo sia formato in voi”

• Notte del 5 Gennaio. Aquario. Gennaio – Febbraio. Virtù: discrezione. “Voi siete miei amici”

• Notte del 6 Gennaio. Pesci. Febbraio – Marzo. Virtù: generosità. “Così Dio creò l’uo­mo a Sua immagine e somiglianza”

Vi ringrazio per avermi accompagnato in questi 12 giorni santi. Che tutti i vostri intenti si possano manifestare pienamente in questo nuovo anno!

Costanza Magnocavallo

Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Ti vedo, riconosco e celebro la tua anima splendente. 11° giorno-5 gennaio il messaggio dell’Acquario

11° giorno-5 gennaio il messaggio dell’Acquario

Ho lasciato la mia casa e ho viaggiato per miglia in un posto nuovo e sconosciuto. È stato terrificante finché non ti ho visto nei cieli. Uno spettacolo fulmineo che hai messo su solo per me, inondando il cielo di colori mai visti. Non ho mai visto niente di così sorprendente. Non ho mai voluto così tanto essere colpito da un fulmine, poterti assaporare. Ma la tempesta era troppo lontana, e anche percorrendo miglia e miglia solo per essere sotto una tale tempesta e una tale grazia, sento che la tua bellezza mi fa cedere le ginocchia. Non posso muovermi davanti alla tua vista.

Un Mattino Dio chiamò a se i suoi Dodici figli e in ognuno di essi cosparse il seme della mente Umana. Uno dopo l’altro essi fecero un passo in avanti per ricevere il dono che era stato loro riservato:

A te Acquario dono l’intuizione del significato di futuro, in modo che l’uomo possa comprendere che esistono molte possibilità, solleciterai l’Uomo a guardare verso nuove aperture ma soffrirai un poco di solitudine poiché non ti permetterò di personificare il mio Amore, ti farò dono della Libertà, così potrai continuare a servire l’umanità ogni volta che avrà bisogno di te. E l’Acquario fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

Costanza Magnocavallo

Vuoi cambiare l’anno che verrà? Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. 11° giorno di ricapitolazione, 5 gennaio-Acquario

11° giorno di ricapitolazione, 5 gennaio-Acquario (l’undicesimo dei 12 Segni zodiacali) che corrisponde al periodo dal 19 gennaio al 20 febbraio 2021.

L’Acquario è un segno d’Aria che richiama il freddo dei cieli stellati, il vento gelido del periodo più rigido dell’inverno, quando il seme giace sotto la terra, trasformandosi e mettendo radici, aspettando di sbocciare a primavera.

La Gerarchia dell’Acquario porta sulla Terra il modello cosmico della Paternità di Dio e della Fratellanza degli uomini, un genere di amicizia destinata ad espan­dersi e abbracciare tutto il mondo. La missione dell’Acquario é operare perché tutti gli uomini vivano questi ideali. E’ il divino portatore di acqua.

Grazie al fatto che per i prossimi 2000 anni saremo nell’Era dell’Acquario, l’amore é destinato a diventare la forza motrice del mondo e, come disse S. Paolo, sarà il compimento della legge, quindi ogni legge dovrà basarsi sull’amore e l’amore, a sua volta, sarà la legge. Ogni pensiero quindi dovrebbe oggi essere guidato dalla fratellanza; ogni parola vibrante di amore, ogni azione manifestazione dell’amicizia.

Puoi recuperare i doni e le lezioni dal 19 gennaio al 20 febbraio 2021 che potrebbero essere importanti per il viaggio verso l’anno nuovo, e lasciar andare ogni cosa che ancora ti trattiene e ti lega a quel periodo, così da viaggiare più leggera verso il nuovo anno.

L’Ariete ha a che fare con la vita, il Toro con la forma, i Gemelli con la mente, il Cancro con l’anima, Il Leone con il cuore, la Vergine con l’intestino, la Bilancia con le ghiandole surrenali, lo Scorpione con gli organi generativi, il Sagittario con il plesso sacrale, il Capricorno con le ginocchia, l’Acquario con gli arti inferiori.

L’aria é onnipresente, riempie gli spazi siderali e arriva fino al centro della Terra. Si dice anche che l’anima pesi 21 grammi d’aria. L’Acquario ha la virtù della discrezione. La discrezione è una grande qualità: favorisce le amicizie, l’inserimento in ambienti nuovi e la connessione con chi é diverso da noi. Grazie a questo segno possiamo immaginare un mondo nuovo in cui le persone sono adattabili, e dimenticano le proprie regole affinché non esista più l’esclusione. Un mondo in cui noi stessi diventiamo esseri d’amore, utilizzando ogni pensiero e ogni azione partendo da questa consapevolezza.

Questa notte sarà utile scegliere bene ciò a cui la discrezione può portare una potente energia di fratellanza nel mese dell’Acquario di questo anno.

Il Discepolo correlato con l’Acquario è Matteo, il ricco pubblicano che, quando udì la voce del Signore, lasciò tutto e lo seguì con gioia. Egli rinunciò a tutti i possedimenti materiali, e per questo ricevette in seguito un meraviglioso compenso in forma di realizzazione spirituale, che trovò espressione nel Vangelo immortale che porta il suo nome, grande contributo a tutta l’umanità.

Il versetto biblico su cui meditare il 5 gennaio e durante il segno dell’Acquario (dal 19 gennaio al 20 febbraio) è il seguente: “Voi siete miei amici” (Giovanni 15,4). Si dice che se la persona si concentrerà sul significato sottile di queste quattro brevi parole, mantenendole vive nella sua consapevolezza, mentre l’energia dell’Acquario vibra attraverso la Terra, allora riceverà l’illuminazione.

Le gambe sono il punto del corpo correlato all’Acquario. Sono le due colonne del corpo che é il tempio umano. Possiamo quindi visualizzarle vibranti di energia, coordinate nel movimento e simmetriche nella forma, perfette per condurci in un mondo migliore.

A domani con la ricapitolazione del 6 gennaio nel segno dei Pesci!

Costanza Magnocavallo

Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Ti vedo, riconosco e celebro la tua anima splendente. 10° giorno – 4 gennaio il messaggio del Capricorno:

Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Ti vedo, riconosco e celebro la tua anima splendente. 10° giorno – 4 gennaio il messaggio del Capricorno:

Non aver paura di essere tenero, so che senti molto. Sei bello, duro come una roccia o no. Fai ciò che ti fa sentire vivo e prospera in ciò che ti porta la vita. Sei qui per fare grandi cose. Non dubitare di te stesso, non arrenderti. Sei unico nel tuo genere.

Un Mattino Dio chiamò a se i suoi Dodici figli e in ognuno di essi cosparse il seme della mente Umana. Uno dopo l’altro essi fecero un passo in avanti per ricevere il dono che era stato loro riservato:

A te Capricorno, richiedo il sudore della tua fronte in modo che tu possa insegnare all’Uomo a lavorare. Il tuo compito non è facile, poiché conoscerai l’irresponsabilità di alcuni, e la fatica di tutti gli esseri che mi servono, a te faccio dono della Responsabilità e Capricorno fece un passo indietro e tornò al proprio posto.

Costanza Magnocavallo

Vuoi cambiare l’anno che verrà? Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Decimo giorno di ricapitolazione, 4 gennaio – Capricorno

Decimo giorno di ricapitolazione, 4 gennaio – Capricorno (il decimo dei 12 Segni zodiacali) che corrisponde al periodo dal 21 dicembre al 19 gennaio.
Il Capricorno é il segno di Terra che inaugura la stagione invernale, il momento più difficile dell’anno: in natura, gli animali sono in letargo o devono mostrarsi più forti del freddo e della scarsità di cibo.

Il Capricorno rappresenta la manifestazione del divino in tutta l’umanità, il momento in cui Cristo si potrà osservare in tutta la razza umana.
La Gerarchia del Capricorno rappresenta gli Esseri Arcangelici dei quali Cristo è il capo, e da Essi viene il meraviglioso potere per mezzo del quale l’uomo mortale può essere innalzato alla Sua somiglianza. Il Capricorno è anche il Segno degli Avatar mondiali.

Il modello cosmico della Gerarchia del Capricorno contempla il magnifico scopo della vita quando lo Spirito del Cristo si manifesterà in tutta la razza umana. Sarà allora che il nostro pianeta risuonerà della musica dagli Angeli e dagli Arcangeli.
Ogni pensiero quindi dovrebbe oggi essere intensamente coraggioso; ogni parola vibrante di potere, ogni azione manifestazione del divino.

Puoi recuperare i doni e le lezioni dal dal 21 dicembre al 19 gennaio 2021 che potrebbero essere importanti per il viaggio verso l’anno nuovo, e lasciar andare ogni cosa che ancora ti trattiene e ti lega a quel periodo, così da viaggiare più leggera verso il nuovo anno.


L’Ariete ha a che fare con la vita; il Toro con la forma; i Gemelli con la mente; il Cancro con l’anima, Il Leone con il cuore, la Vergine con l’intestino, la Bilancia con le ghiandole surrenali, lo Scorpione con gli organi generativi, il Sagittario con il plesso sacrale, il Capricorno con le ginocchia.


Il Capricorno ha la virtù del coraggio. Grazie a questo segno possiamo immaginare concretamente un mondo nuovo in cui noi stessi diventiamo esseri di luce potenti, utilizzando ogni pensiero e ogni azione partendo da questa consapevolezza.
Questa notte sarà utile scegliere bene ciò a cui il coraggio può portare una potente energia di luce divina nel mese del Capricorno di questo anno.

Il Discepolo correlato con il Capricorno è Simone, fratello di Giacomo e Giuda. Sebbene Simone fosse molto vicino al suo Signore a causa di vincoli familiari, egli fu molto riluttante ad accettare la divinità del Maestro. Ma quando fu risvegliato dal Cristo, la sua dedizione divenne totale. Il suo unico desiderio fu di servire il Signore, e né la vita, né la morte, ebbero per lui altro significato che non questo ideale.


Il versetto biblico su cui meditare  il 4 gennaio e durante il segno del Capricorno (dal 21 dicembre al 19 gennaio) è il seguente: “Lasciate che il Cristo sia formato in voi” (Galati 4,19)

Quindi siamo invitati ad accogliere la via Cristica nel nostro cuore e a rendere il Cristo come energia femminile parte della nostra vita.
Il duplice centro nel corpo governato dal Capricorno è situato nelle ginocchia.  Nell’uomo Cristico questi punti diventeranno gloriosi vortici turbinanti di luce. Quindi possiamo immaginare le ginocchia come vortici che ci consentono di percorrere la via che il nostro cuore desidera.


A domani con la ricapitolazione del 5 gennaio nel segno dell’Acquario!


Costanza Magnocavallo

Vuoi cambiare l’anno che verrà? Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Ottavo giorno di ricapitolazione, 2 gennaio Scorpione

Ottavo giorno di ricapitolazione, 2 gennaio Scorpione (l’ottavo dei 12 Segni zodiacali) che corrisponde al periodo dal 23 ottobre al 21 novembre 2021.

Lo Scorpione rappresenta il grande principio della trasformazione: le temperature in questo periodo sono sempre più basse e le giornate sempre più corte, le foglie cadute a terra marciscono e diventano nutrimento per la terra; quest’ultima viene arata e concimata, e i semi, apparentemente inerti, attendono l’arrivo della primavera per risorgere a nuova vita.

Il modello cosmico con cui questa Gerarchia lavora per portarlo sulla Terra, è il conseguimento attraverso la trasmutazione della materia in Spirito. Tramite questo processo, le essenze sublimate della mente e del corpo vengono unite con le forze dello Spirito.

Lo Scorpione sente in sé il processo di trasformazione della personalità (sotto l’influenza della mente) in individualità spirituale (sotto l’influenza del cuore). Ogni pensiero quindi dovrebbe oggi essere profondamente trasformato; ogni parola vibrante di amore, ogni azione abbellita dalla pazienza.

L’Ariete ha a che fare con la vita; il Toro con la forma; i Gemelli con la mente; il Cancro con l’anima, Il Leone con il cuore, la Vergine con l’intestino, la Bilancia con le ghiandole surrenali, lo Scorpione con gli organi generativi.

Puoi recuperare i doni e le lezioni dal 23 ottobre al 21novembre 2021 che potrebbero essere importanti per il viaggio verso l’anno nuovo, e lasciar andare ogni cosa che ancora ti trattiene e ti lega a quel periodo, così da viaggiare più leggera verso il nuovo anno.

Lo Scorpione ha la possibilità di diventare un’aquila, e poi tramutarsi in un’araba fenice. Nella mistica zodiacale, questa è la trasformazione a cui è chiamato chi nasce in questo Segno. Per potersi trasformare necessita della virtù della pazienza. Quindi, sotto il segno dello Scorpione, siamo spinti a ricercare il coraggio di trasformarci e trasmutare ogni esperienza a un livello superiore. Questa notte sarà utile scegliere bene ciò a cui la pazienza può portare una profonda trasformazione nel mese dello Scorpione di questo anno.

Il discepolo relazionato con lo Scorpione è Giovanni: egli avanzò così tanto nella divina scienza della trasmutazione della materia in spirito che non conobbe mai la morte.

Nel corpo dell’uomo illuminato, risvegliato dall’energia Cristica, la passione viene trasmutata in amore divino.

Il versetto biblico su cui meditare il 2 gennaio e durante il segno dello Scorpione (24 ottobre – 23 novembre) è il seguente: “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio” (Mt 5,8)

Per indicare il “vedere”, in greco ci sono due verbi: uno indica la comprensione interiore e l’altro la percezione fisica. Noi utilizziamo il verbo vedere per entrambi gli aspetti, fisico ed interiore, ma il verbo che l’evangelista adopera indica la vista interiore; quindi ci dice che se siamo esattamente ciò che siamo, senza maschere, percepiremo il divino nella nostra esistenza.

Questo archetipo corrisponde all’apparato genitale e al principio di pazienza. C’è anche una forte connessione tra il cuore (Leone) ed il sistema generativo (Scorpione). Fino a quando domina la personalità, le energie dei genitali primeggiano e quelle del cuore sono solo secondarie, le prime controllano le seconde. Quando la personalità è sublimata in individualità spirituale, è il cuore che domina e le passioni vengono trasmutate in amore divino. Quindi possiamo visualizzare gli organi riproduttivi luminosi e perfettamente funzionanti, splendenti d’amore.

A domani con la ricapitolazione del 3 gennaio nel segno dello Sagittario!

Costanza Magnocavallo

Vuoi cambiare l’anno che verrà? Le 12 notti sante dell’anno, ricapitolazione e nuovi intenti. Settimo giorno di ricapitolazione, 1 gennaio, Bilancia

Settimo giorno di ricapitolazione, 1 gennaio, Bilancia (il settimo dei 12 Segni zodiacali) che corrisponde al periodo dal 22 settembre al 23 ottobre 2021

La Bilancia é un segno d’aria, le focose passioni estive sono alle spalle, le foglie ingialliscono e iniziano a cadere, la natura si ferma ed è tempo di bilanci e di scelte: il raccolto è stato fatto, è stato conservato ed ora è il momento di ripartirlo equamente, così come, in base ai risultati, si sceglie se aumentare o diminuire le quantità per la semina del prossimo anno.

Il modello cosmico retto da questa Gerarchia è la Bellezza del mondo. La sua impronta può essere vista in ogni paesaggio, ogni albero, cespuglio e pianta; in ogni forma nei vari Regni della Natura. Bellezza ed Armonia sono i segni della Bilancia. Quando l’uomo sarà in grado di ricevere completamente le sue influenze, la povertà, la malattia, la discordia e il dolore scompariranno.

La Bilancia sente in sé il dovere di vedere bellezza e armonia in ogni manifestazione materica, esprimendo il potere dell’ottimismo. Ogni pensiero quindi dovrebbe essere radiante d’ottimismo; ogni parola vibrante di bellezza; ogni azione abbellita dall’armonia.

L’Ariete ha a che fare con la vita; il Toro con la forma; i Gemelli con la mente; il Cancro con l’anima, Il Leone con il cuore, la Vergine con l’intestino, la Bilancia con le ghiandole surrenali.

Puoi recuperare i doni e le lezioni dal 22 settembre al 23 ottobre 2021 che potrebbero essere importanti per il viaggio verso l’anno nuovo, e lasciar andare ogni cosa che ancora ti trattiene e ti lega a quel periodo, così da viaggiare più leggera verso il nuovo anno.

La Bilancia nasce sotto l’energia cosmica della Bellezza pura, fonte di armonia, di gentilezza e di ottimismo. Quindi, sotto il segno del Bilancia, siamo spinti a ricercare l’espressione della bellezza del nostro cuore, e nel mondo che ci circonda. Questa notte sarà utile scegliere bene ciò a cui la bellezza, l’armonia può portare l’ottimismo nel mese della Bilancia il prossimo anno.

Il Discepolo correlato con la Bilancia è Taddeo. Questo Discepolo fu un ministro della bellezza. Le opere che egli compì come suo devoto furono molte e di vasta portata nei risultati.

Il pensiero-seme biblico da meditare il 1 gennaio e durante il segno della Bilancia ( 23 settembre – 24 ottobre) è il seguente: “Conoscerete e la verità vi farà liberi” (Gio­vanni 8:32).

Il vangelo è scritto in greco e verità si dice “alìtheia”, che significa “togliere il velo”: il velo rappresenta la verità degli altri che nasconde la nostra verità, quindi se togliamo il velo ci sentiamo liberi. Per di più, oltre alla verità che ci impongono gli altri (veritas) e a quella che noi ci raccontiamo, esiste anche un’altra verità: verità in ebraico è “emmeth”, che in geroglifico significa “qualcosa che tu tieni dentro di te”; è la stessa parola, in ebraico, di “mamma” (la mamma è colei che tiene dentro di sé il bambino), quindi “emmeth” significa “tira fuori quello che hai dentro”.

Se nel 2021 non ce ne siamo occupati, il 2022 ci dà una seconda possibilità per farlo.

Questo archetipo corrisponde alle ghiandole surrenali, e al principio di armonia, quindi possiamo visualizzare le ghiandole surrenali luminose e perfettamente funzionanti, così da portare tutto l’organismo a vivere in equilibrio, sia fisico che psicologico.

A domani con la ricapitolazione del 2 gennaio nel segno dello Scorpione!

Costanza Magnocavallo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: